venerdì 9 giugno 2017

Ansia da separazione o "solo" noia?




L'ansia da separazione è un problema enormemente importante da risolvere, sia per il cane che per il proprietario, poiché è una delle ragioni principali per cui i cani vengono abbandonati ogni anno nei canili.

I cani e gli esseri umani hanno una necessità reciproca di rapporti sociali, e mentre a volte i cani possono soffrire di un piccolo disturbo di separazione, la maggior parte di noi impara a far fronte all'assenza di una persona molto più facilmente.  
Ci sono invece alcuni cani che diventano ansiosi quando lasciati da soli e mostrano alcuni o tutti i segni classici dell’ansia, tra cui:

    Vocalizzazione eccessiva (abbaiare)
    Irrequietezza
    Mugolano o piangono
    Ansimano
    Sbavano
    Vomitano
    Si leccano insistentemente
    Masticano oggetti
    Mangiano le pareti di casa
    Distruggono porte e finestre

L'ansia da separazione ha molte cause, ma si ritiene che la genetica e / o una storia antica di abbandono, possano contribuire a ciò che può rapidamente svilupparsi in un problema profondamente radicato che è altamente resistente al cambiamento.

Prima di progettare un piano di recupero comportamentale, è importante assicurarsi che il tuo cane soffra veramente di ansia anziché essere un cane “semplicemente” annoiato che sta solo cercando di intrattenersi durante la tua assenza. Posizionare una videocamera e registrare le azioni del cane mentre è solo, darà una visione più precisa della causa del comportamento.

Sei sicuro che è ansia da separazione?

Molte persone ritornano a casa dopo una giornata lavorativa e si trovano davanti uno scenario di distruzione e sconvolgimento.  Il primo presupposto è che il loro cane soffre di un’acuta ansia da separazione. A volte può essere vero, ma in molti casi il cane ha distrutto la casa come cura per un altro problema, molto comune nel mondo dei cani: la noia! Il risultato finale può sembrare simile, ma fortunatamente molti casi di supposta ansia da separazione, sono in realtà i sintomi di un cane annoiato che trova modi per riempire la sua giornata.


Perché il mio cane ansioso distrugge casa?


I cani che soffrono di ansia da separazione, possono manifestarla con qualche piccolo danno ma anche con una distruzione totale, quando lasciati soli. Tale distruzione è normalmente focalizzata su punti di ingresso come porte e finestre o luoghi e oggetti più intimamente associati ai proprietari come le scarpe, il letto o il divano.


I cani ansiosi spesso masticano le cose perché la masticazione rilascia endorfine piacevoli nel corpo, promuovendo una sensazione di calma - proprio come alcuni umani scaricano la tensione mordendo le unghie.


Naturalmente può essere snervante tornare in una casa che è stata danneggiata dal tuo cane, ma rispondere con la punizione fisica o emotiva è una strategia inefficace che serve solo ad aumentargli l'ansia.


Come faccio ad estinguere questo comportamento?

Innanzitutto, i cani ansiosi richiedono un esercizio appropriato di almeno un'ora al giorno che può contribuire a diminuire l'ansia di un cane, risultando particolarmente efficace se effettuato poco prima della partenza.
La noia e la mancanza di esercizio contribuiscono all'ansia. Se il vostro cane è stato fisicamente esercitato e stimolato mentalmente prima di partire, questo potrebbe aumentare la sua capacità di rimanere calmo.
L'esercizio quotidiano può essere completato con un programma di insegnamento di che consente al vostro cane di imparare nuove indicazioni fondamentali, centrate sul controllo dell'impulso e la risoluzione dei problemi. Questo aiuta ad attivare la parte di apprendimento del cervello che a sua volta disattiva il centro emotivo responsabile dell'ansia.
È inoltre molto più facile per il tuo cane affrontare la tua partenza se ti comporti normalmente prima di uscire dalla porta, senza saluti eccessivi. Lo stesso vale quando si torna. 

I cani sono anche molto sensibili ai cambiamenti nel loro ambiente e il passaggio dall'energia di quando sei presente al silenzio di quando sei uscito è profondo. Lasciando le luci e la TV accese o una musica, durante la tua assenza, contribuirà a rendere più facile la transizione.
La desensibilizzazione della partenza è importante, poiché i cani possono diventare ansiosi non appena ti vedono prendere le chiavi e mettere il cappotto.
Mettere il cappotto e uscire, rientrando immediatamente, consente al cane di vedere la cosa con una luce diversa, ossia: il cappotto non significa sempre un uscita per un lungo periodo di tempo.
Nascondere le chiavi in ​​un luogo diverso, utilizzare una borsa diversa o non indossare il cappotto può aiutare, ma potrebbe essere che il tuo cane capisca ugualmente quello che stai facendo perché l'energia della partenza è difficile da nascondere.
La ripetizione costante, per un certo numero di giorni, può aiutare a desensibilizzare il cane fino a quando le tue partenze non attivano più la sua ansia.
Il tempo trascorso fuori può essere gradualmente aumentato, fino a quando il tuo cane sarà fiducioso che tornerai sempre.


Devo lasciarlo con i giocattoli adatti?


Il tuo cane potrebbe essere troppo ansioso di mangiare o giocare con un giocattolo quando sei assente, quindi è importante presentargli i suoi giocattoli preferiti da masticare mentre sei presente, creando un'emozione positiva intorno a quel particolare giocattolo. Una volta che la sensazione positiva intorno ai giocattoli è stata costruita è possibile darglieli qualche minuto prima di partire permettendogli di concentrarsi sul giocattolo piuttosto che sul fatto che stai uscendo. I giocattoli interattivi come i quelli di gomma farciti con del cibo gustoso e congelati per fare in modo che durino più a lungo, possono aiutarli a concentrarsi mentalmente, facendogli rilasciare energia ansiosa su un elemento appropriato piuttosto che sul divano. Questi metodi possono essere altamente efficaci se attuati con diligenza e costanza e il cane distruttivo e ansioso può diventare un animale molto più rilassato e soddisfatto. Nella maggior parte dei casi, i veri casi di ansia da separazione richiedono la guida di un Educatore Cinofilo qualificato per aiutare il processo di modifica del comportamento.

Se sei della provincia di Imperia Contattaci!!!

giovedì 8 giugno 2017

Come prevenire problemi comportamentali nel tuo cane.





 
La cosa meravigliosa dell’educazione con rinforzo positivo è che quando viene utilizzata correttamente e all'inizio della vita di un cane, può impedire lo sviluppo di tutti i tipi di problemi comportamentali. Se stai per adottare un nuovo cucciolo, hai l'opportunità di iniziare sulla strada giusta utilizzando metodi di educazione positivi per impostarlo per il successo.
Che tipo di problemi comportamentali si possono prevenire?

Insegnare competenze di base al cucciolo può aiutare a prevenire problemi di scarso autocontrollo e aggressività sulle risorse (cibo, giochi, territorio, componenti della famiglia).
Una formazione adeguata e una corretta socializzazione del cucciolo fanno un cane adulto felice, fiducioso e sicuro di se. Questo renderà la tua e la sua vita molto meno stressante!
La formazione positiva sviluppa fiducia nel cucciolo e insegna competenze basilari senza l'uso di dolore, paura, forza o intimidazione. Un cucciolo che impara e cresce con questo tipo di allenamento avrà fiducia nelle persone che lo circondano e sarà sereno quando affronterà cose strane o nuove.
Cosa succede se hai adottato un cane più anziano?
 
Se hai adottato un cane adulto o addirittura anziano, questo tipo di lavoro può ancora essere utilizzato per costruire la fiducia del tuo cane e impedire che i problemi comportamentali si sviluppino.

I problemi più gravi nei cani, come l'aggressività, si basano sulla paura e sull'insicurezza. Un cane sicuro non sente la necessità di aggredire.Se non deteriori il legame uomo-animale sottoponendo il tuo cane a metodi di allenamento punitivo, vedrai sicuramente meno problemi comportamentali in seguito.
I cani imparano sempre nell’arco della loro vita quindi anche i cani anziani possono tranquillamente affrontare percorsi di apprendimento e alleviare o estinguere totalmente queste problematiche.

Dove si inizia?
 
Può essere frustrante portare a casa un nuovo cane e non sapere da dove iniziare.
Un ottima scelta è trovare un educatore serio e affidabile vicino a te, che lavori con metodi gentili.
Se sei della provincia di Imperia....contattaci!!!   

martedì 6 giugno 2017

Correre con il tuo cane. Cose da fare e da non fare!




Correre con il tuo cane è un ottimo allenamento per te e per il tuo amico a quattro zampe. Prima di iniziare, controlla questi suggerimenti per assicurarti che il tuo cane lo apprezzi tanto quanto te.


Cose da fare:

  Usare una pettorina, possibilmente ad H. Le pettorine distribuiscono la pressione più      uniformemente intorno al corpo del vostro cane ed evitano pressione sul collo.
   Utilizzare un guinzaglio  e/o una pettorina rifrangente, aiuterà il traffico in arrivo a vedervi in condizioni di scarsa luminosità. Questi accessori contribuiscono anche ad aumentare la visibilità.
   Parlare con il proprio veterinario prima di correre con il tuo cane per assicurarti che non abbia problemi di salute e sia in grado di farlo.
   Il tuo cane potrebbe aver bisogno di tempo per sviluppare abbastanza resistenza per stare al tuo passo, quindi fai le cose gradualmente
   Portati l'acqua. Consenti al tuo cane di bere piccole quantità a intervalli regolari piuttosto che una grande quantità alla fine della corsa.
   Assicurati che il tuo cane sia felice di correre con te. Non c'è niente di peggio di vedere un cane trascinato da un corridore, ignaro del disagio del suo cane.

Cose da non fare:

    Utilizzare un collare a strozzo o a punte. Questi collari possono fare molto danni al collo del vostro cane, provocando dolore, disagio e gravi problemi fisici che derivano dalla pressione e dalla costrizione.
   Se hai problemi a camminare il tuo cane, prenditi un po' di tempo per insegnargli a non tirare, frequenta un percorso di educazione serio che ti possa dare le competenze necessarie, aiutandoti a vivere sereno e felice con il tuo cane.
    Esercitare forzatamente un cucciolo o un cane anziano. Troppi esercizi fisici possono danneggiare le ossa ed i muscoli in crescita e mettere pressione indebita su articolazioni non più giovani.
    Esercitare forzatamente il tuo cane, subito dopo aver mangiato. Attendere un'ora prima di correre dopo un pasto e, una volta che la corsa è finita, aspettare un'altra ora prima di dare nuovamente cibo. Ciò assicurerà che il tuo cane non sviluppi una condizione potenzialmente letale che può verificarsi quando il cibo si mescola con troppa aria che entra nello stomaco durante l'esercizio fisico.
    Correre nelle ore più calde della giornata. I cani sono più vicini al suolo di quanto lo sia tu e perciò si scaldano più velocemente. Le strade calde possono anche danneggiare i cuscinetti sotto le zampe, molto sensibili.
    Lasciare che il tuo cane beva dalle pozze perché potrebbero contenere sostanze chimiche come il glicol etilenico che viene utilizzato come agente antigelo nelle auto. Questi prodotti chimici hanno un sapore dolce che i cani trovano attraente ma possono essere letali se ingeriti.

domenica 9 aprile 2017

A cosa si deve abituare il vostro cucciolo?


Il vostro tocco.
I cani hanno bisogno di imparare che, quando li toccate, non rappresentate una minaccia. Gli individui che sono stati maltrattati durante i primi mesi di vita rimangono timorosi di essere maneggiati dagli esseri umani perché hanno avuto brutte esperienze.
 

Altre persone, bambini compresi.
Un cucciolo imparerà rapidamente a riconoscere il suo nuovo gruppo composto da esseri umani. Apprenderà a riconoscere i loro odori e il suono della loro voce. Ma deve anche imparare che la gente che viene a farvi visita e gli estranei che incontra per strada non costituiscono una fonte di minaccia.






Il veterinario.
Sarebbe auspicabile portare i cuccioli in uno studio veterinario quando non devono subire delle visite, premiarli con dei bocconcini, farli giocare qualche minuto per associare il luogo a una cosa bella. Chiedete la collaborazione di un educatore e del veterinario.
 

L'automobile.
Molti proprietari fanno poco per preparare il cane a viaggiare in macchina e, tuttavia, si aspettano che si comportino bene sin dalla prima volta in cui vengono trasportati da qualsiasi parte.

Altri cani
Fino al momento in cui lascia la sua cucciolata, l'esperienza del vostro cucciolo, in termini di altri cani, con ogni probabilità si limiterà alla sua famiglia più stretta. Gradualmente, dovete introdurlo a situazioni in cui possa interagire con
altri cani, in maniera controllata. Se potete, fatevi aiutare da un educatore cinofilo.
 

Attrezzatura di base.
Collare, pettorina, guinzaglio e strumenti per la sua cura. Inseriteli per gradi.
 
Ambienti.
Introducete il vostro cane a quanti più luoghi diversi possibili, cominciando dalle varie stanze della casa, spostandovi quindi nel cortile e da lì alla strada e al parco. Non andate sempre e solo nello stesso parco. Variate le vostre destinazioni e i percorsi per arrivarci.
Se da un lato non dovreste bombardare il vostro cane con troppe esperienze nuove in un colpo solo, dall'altro accertatevi che le sue prime settimane di vita contengano tante cose diverse. Usate bocconcini e giocattoli per insegnargli ad associare queste nuove esperienze al piacere. Per esempio, il vostro cucciolo incomincerà a recepire il messaggio che succedono cose positive quando ci sono i bambini o quando si trova in macchina. Osservate il vostro cane quando fa nuove esperienze e prendete nota delle sue reazioni. Non fate caso a qualsiasi
comportamento negativo e premiate invece la calma.
Sembra banale buon senso ma molta gente fa l'esatto contrario.
Facciamo un semplice esempio: state passeggiando con il vostro cane, quando passa un camion dei vigili del fuoco, con le sirene a tutto volume. Lui si acquatta e inizia ad abbaiare. Vi affrettate a tranquillizzarlo, dicendogli: "Povero piccolo. Il suono ti ha dato fastidio alle orecchie? Va tutto bene. È solo il camion dei vigili del fuoco". Provate a pensarci per un minuto. Adesso ricordatevi che il cucciolo
non capisce l'italiano. Potreste spiegare a un bambino tutto riguardo al camion dei vigili del fuoco e il motivo per cui devono fare tanto rumore, in modo da contribuire a far superare al bambino la paura. Ma il cane non capisce il significato delle parole che dite. Capisce invece che lo avete ricompensato per essersi acquattato e aver abbaiato. La ricompensa è avvenuta tramite la vostra attenzione e il tono morbido della voce. La prossima volta che passerà un camion dei vigili del fuoco, il vostro cane sarà più propenso a comportarsi allo stesso modo della prima volta. Voi invece dovreste ignorare il suo comportamento.
Siate presenti in qualità di protettore del vostro cane, ma non rinforzate
un comportamento nervoso.
Proviamo a immaginare una situazione diversa: siete fuori a passeggio con il vostro cucciolo, quando passa un camion dei vigili del fuoco a sirene spiegate. Il vostro cucciolo non fa una piega; continua invece a trotterellare allegro al vostro fianco. Non vi soffermate a pensarci e proseguite verso il parco. Invece, avreste dovuto premiare il suo comportamento controllato.
Quando i cuccioli incontrano situazioni nuove e reagiscono in maniera calma, molti proprietari non notano in alcuna maniera il loro comportamento. E perché mai? Invece, ricompensate sempre il comportamento che volete incoraggiare. In questo modo aumenterete la fiducia del vostro cane perché capirà, in maniera chiara, come vi aspettate che si comporti.
Ogni cane è un individuo a sé stante. Tuttavia, le razze tendono a condividere precise caratteristiche. I border collie, allevati per rispondere ai fischi e ai segnali vocali quando badano al gregge, sono molto sensibili ai suoni e potrebbero trovare un ambiente rumoroso o rumori improvvisi più stressanti di altri tipi di cane. I cani da guardia, come il pastore tedesco, possono essere più protettivi nei confronti degli estranei e di altri cani. Qualunque sia la caratteristica mostrata dal vostro cane, questo periodo di socializzazione è un processo di apprendimento da parte di entrambi. Dovete farvi uno schema di come il vostro cane reagisce in situazioni diverse in modo da gestire il suo
ambiente nella maniera adeguata.